Peperoni ripieni

Oggi ho provato a fare i peperoni ripieni, molto buoni e saporiti.

Ingredienti:

  • 4 peperoni
  • 500 g carne macinata mista (tacchino, vitello e un po’ di suino)
  • erbe aromatiche tritate (rosmarino, timo, origano, salvia)
  • prezzemolo tritato
  • mezzo bicchiere vino bianco o rosso
  • una cipolla piccola o cipollotto
  • olio extravergine di oliva
  • pane raffermo
  • pangrattato
  • latte q.b.
  • un uovo
  • sale e pepe

Preparazione:

Tagliate la cipolla o il cipollotto e fatela rosolare in una padella con un filo d’olio extravergine d’oliva.

Aggiungete la carne macinata.

 

Prendete le erbe aromatiche e tritatele molto finemente.

Aggiungete le erbe aromatiche tritate ed il prezzemolo tritato alla carne, sfumate con un po’ di vino bianco o rosso, quello che preferite, salate, pepate e lasciate rosolare per circa 10 minuti.

Fate raffreddare la carne e poi aggiungete una fetta di pane ammollata in un po’ di latte, l’uovo e amalgamate bene.

  

Pulite i peperoni e riempiteli con la carne.

Mettete in una padella antiaderente 1-2 cucchiai di olio e fatevi tostare il pangrattato: quando assumerà un bel colore dorato spegnete il fuoco e aggiungete il prezzemolo tritato.

Disponete i peperoni ripieni ben ravvicinati in una teglia antiaderente unta di olio, cospargeteli con il pangrattato tostato e infornate a 180° per circa 60 minuti (vi conviene controllarli dopo 45-50 minuti, poiché la cottura varia in base alla grandezza dei peperoni).

Mettete i “cappelli” dei peperoni su una teglia coperta con carta da forno e infornateli insieme ai peperoni.
A cottura ultimata, sfornate i peperoni, lasciateli riposare per 5 minuti fuori dal forno e poi serviteli accompagnati dal loro “cappello”.

 

 

Le erbe di Provenza

Io sono una golosa di patate e proprio oggi ho fatto le patate al forno con le erbe di Provenza. Le erbe di Provenza (o erbe provenzali) sono una miscela di erbe aromatiche essiccate, inventata in Provenza (sud della Francia) negli anni ’70, e diffusa ora in tutta la regione mediterranea.

Le erbe usate, le cui proporzioni (e la presenza) possono variare a seconda del produttore, sono di solito timo, rosmarino, basilico, finocchio, salvia, maggiorana, menta, origano, e santoreggia. Dal 2003 , un certificato di qualità (label rouge) tutela l’autenticità del misto di herbes de provence, che deve contenere il 26% di rosmarino, il 26% di santoreggia, 26% di origano, il 19% di timo e il 3% di basilico.

Le erbe di Provenza vengono utilizzate in piatti a base di verdura, negli stufati, e nelle grigliate, sia di carne che di pesce. Tendenzialmente si aggiungono prima o durante la cottura, e non una volta terminata la cottura; si usa anche mettere le erbe di Provenza nell’olio di cottura per insaporirlo, prima di aggiungerci il cibo.